« Vai al Blog
luglio 8 2013

di: Alli Traina
Commenti 0
943298_688042421209639_140095405_n

Un’idea di futuro e un desiderio. Come nelle storie di questo blog. Questa volta, però, protagonista non è una persona ma una piazza.

Da ieri piazza San Domenico si è trasformata in un giardino e insieme in un salotto. Con un prato, divani, piante e due coccodrilli colorati, gemelli di quello leggendario della Vucciria, realizzati dall’artista Domenico Pellegrino. Da ieri la piazza si è trasformata in un’idea. Racconta come potrebbe essere la città: tanti salotti metropolitani, chiusi al traffico e ricchi di verde nelle zone più belle di Palermo. Liberi dalle macchine e pieni d’arte. Mostre, concerti. Gente che legge sul prato, altri che chiacchierano sui divani. Ieri era così.

Che siano dei giardini è importante. Non solo da un punto di vista estetico ma per l’idea che si portano dietro, l’idea della cura. È bellissimo il significato di questa parola ed è tutto sintetizzato nel verde: per far vivere le piante è necessaria un’attenzione costante, giorno dopo giorno, e non gesti singoli e isolati.

Così, per far vivere la città, è importante averne sempre riguardo e soprattutto considerare gli spazi pubblici come propri. Affezionarsi a un angolo e considerarlo casa propria. Abbellirlo e curarlo come si fa con le piante, quotidianamente.

I luoghi possono cambiare la loro funzione solo se la gente che ci vive partecipa al loro cambiamento. Così, per una settimana la piazza sarà come vorremmo che fosse. Il tempo di raccontare visivamente l’idea e il desiderio, per generare una discussione. E cercare insieme la bellezza.

 

COMMENTI